Follow by Email

Powered by Blogger.

Tonico Astringente al Té Verde

Ciao a tutte ragazze come state? Spero tutto bene! 😘 Rieccomi con un'altra recensione.

Come dissi anche in un altro post durante la skincare il passaggio che salto più spesso è quello del tonico. Come nuovo proposito per quest'anno mi sono ripromessa di cambiare questa mia abitudine. Ho così cercato un tonico che fosse sia astringente che indicato per la mia pelle mista. Dal momento che tra lavoro e influenza non ho avuto tempo di fare shopping nei negozi mi sono affidata al caro amato Amazon.

Mi sono imbattuta nel Tonico Astringente al Té Verde e Cetriolo per pelli miste/grasse pagato €9,90




COSA PROMETTE

  • Libera e restringe i pori. Opacizza dalla prima applicazione.
  • Texture acquosa ultra-fresca. Non necessita il risciacquo.
  • Indicato per il trattamento, l'idratazione e la detersione di pelli miste o grasse, impure e con eventuale tendenza ai comedoni e all'acne.
  • Dopo l'applicazione dona subito sollievo e freschezza alla pelle, che risulta lenita, idratata, purificata e sebo-normalizzata
  • Tonico astringente a base di estratto di Hamamelis, estratto di Cetriolo e alga Fucus

LA MIA ESPERIENZA
Ma veniamo al dunque... Come mi sono trovata?? Premetto che lo sto usando almeno una volta al giorno da quasi tre settimane. Sin dalla prima applicazione ho potuto notare due cose, una positiva ed una negativa. Per quanto riguarda la positiva la sua azione astringente era ben visibile ma parlando della negativa la pelle ha iniziato a pizzicare e arrossarsi e non capisco il motivo. Questo però capita solamente quando lo spruzzo direttamente sul viso tramite lo spruzzino e non quando lo spruzzo sul dischetto di cotone e poi lo applico. Mistero!

Qual è il vostro tonico preferito? Io negli anni passati utilizzavo l'acqua di rose. Un bacione!

1 commento

  1. Strano che pizzicchi solo quando lo applichi direttamente sulla pelle... Io comunque lo proverei!
    Ultimamente uso o l'acqua micellare Garnier, o l'acqua di rose.
    Un bacio!

    www.caesarsara.blogspot.it

    RispondiElimina